News

Check out market updates

Bollicine che fanno boom


                 Bollicine che fanno boom

astoria wine                                                                                                cartizze astoria wine

Eccellenza garantita da docg e doc, prezzo accessibile: è la ricetta che fa crescere rapidamente e ovunque le vendite di prosecco. Anche in Francia, dove in pochi anni il consumo s’è moltiplicato per otto.

Trascinatore del vino italiano, locomotiva, il vino italiano cresce grazie a lui….

I giudizi coincidono su un punto: se aumenta l’export, grande merito è da attribuire al Prosecco, con 400 milioni di bottiglie prodotte e 250 milioni esportate. Un vino frizzante che, a differenza di pù costose bollicine, è riuscito a cambiare immagine e a imporsi sui mercati. In Gran Bretagna ( 5,4 milioni di bottiglie ), in Germania ( 7,3 milioni di bottiglie ), perfino in Francia (  800 mila bottiglie ), un calice di Prosecco denota gusto elegante anche se costa poco.

Da pochi mesi è cambiato anche il disciplinare che ne regola la produzione. Fra le proposte accettate dal ministero delle Politiche agricole c’è anche quella che riguarda il taglio del 15 % e permette l’inserimento di vitigni Chardonnay, Pinot bianco, Pinot grigio e nero, purchè provenienti dalla stessa zona di produzione delimitata. Mossa che rappresenta la volontà di rispondere a una domanda intensa e rapidamente in crescita. La combinazione di eccellenza del vino e accessibilità di prezzo stanno promuovendo il consumo ovunque.

Impressiona soprattutto la progressione: nel 2011 le bottiglie vendute furono 100 mila, e c’è ancora un ampio margine di crescita. Non stupisce così che, in un’area relativamente piccola, tre istituzioni diverse si occupino di protezione e valorizzazione di questa importante risorsa del settore agroalimentare:

Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene docg, Prosecco doc, Montello e Colli Asolani docg.

C’è ottimismo sul futuro della produzione e delle vendite. Rispetto all’anno precedente (2014) c’è stata una crescita sia in volumi (+10,3%), sia in valore (+11,4%). A spingere la crescita oltre confine sono state anzitutto Germania, Svizzera e Gran Bretagna, grazie anche a importanti partnership alcuni mercati stanno dando risultati molto consistenti, primo tra tutti la Russia. E ancora ne assorbiranno, se i produttori riusciranno a proseguire e alimentare il successo fin qui ottenuto.

 

http://immobiliareduetorri.agency/property/vigneto-in-vendita-veneto/

 

Share This